Rumore: la cassazione sanziona i rapporti tra legge quadro e articolo 659 C.p.
[4/6/2007]
 

Il mancato rispetto dei limiti di emissione del rumore può prevedere il reato previsto dall´articolo 659 C.p., comma 2 (che sanziona l´esercizio di un mestiere rumoroso contra legem).

Non si tratta dunque solo di un illecito amministrativo.

E´ quanto ha affermato la Cassazione (sentenza 1561/2007), che ha voluto ribadire la non applicabilità del principio di specialità (ex legge 689/1981, secondo il quale “Quando uno stesso fatto è punito da una disposizione penale e da una disposizione che prevede una sanzione amministrativa, ovvero da una pluralità di disposizioni che prevedono sanzioni amministrative, si applica la disposizione speciale") nei rapporti tra articolo 10 della legge 447/1995 (legge quadro sull´inquinamento acustico) ed articolo 659, comma 2 C. p. (che prevede un´ammenda per chi esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell´autorità


©Sira s.a.s. Via Monterosa 33, 10091 Alpignano (TO) Tel. 011.9663108 - Fax 011.9663162 - info@sira.to.it - P.I. 04552970016 - Admin Area Privacy | Cookies